PROGETTO FINALE DI NORME TECNICHE DELL’EBA SUI VALORI DI ATTIVAZIONE BASATI SULLE PERFORMANCE PER I SISTEMI DI AMMORTAMENTO NON SEQUENZIALI NELLE CARTOLARIZZAZIONI STS IN BILANCIO

Informazioni

  Banche e intermediari finanziari


  EBA


  RTS

In data 20 settembre 2022, l’Autorità bancaria europea (EBA) ha pubblicato il progetto finale di norme tecniche di regolamentazione (RTS) che specificano i valori di attivazione minimi basati sulle performance per le cartolarizzazioni in bilancio semplici, trasparenti e standardizzate (simple, transparent and standardised, STS) che presentano un ammortamento non sequenziale. Il pacchetto per il risanamento dei mercati di capitali ha modificato diversi aspetti del regolamento in materia di cartolarizzazioni, compresa la creazione di un quadro specifico per le cartolarizzazioni STS in bilancio, in modo da garantire che il quadro per le cartolarizzazioni dell’Unione fornisca uno strumento aggiuntivo per rafforzare il risanamento economico a seguito della crisi legata al COVID-19.

Con l’obiettivo della standardizzazione, le modifiche al regolamento sulle cartolarizzazioni stabiliscono che l’ammortamento sequenziale debba essere applicato a tutti i segmenti di cartolarizzazioni STS in bilancio. Tuttavia, in deroga, tali cartolarizzazioni potrebbero prevedere un ammortamento non sequenziale per evitare costi di protezione sproporzionati, nel caso in cui alcuni valori di attivazione minimi basati sulle performance portino all’applicazione di un ammortamento sequenziale. Ciò assicurerà che tutti i segmenti che forniscono protezione del credito non siano già stati ammortizzati quando si verificano perdite significative al termine dell’operazione.

Questo progetto di RTS specifica ulteriormente i valori di attivazione minimi retrospettivi e prospettici e stabilisce i criteri che le parti coinvolte nell’operazione di cartolarizzazione sono tenute a rispettare nel determinare il livello dei valori. A tal fine, nel caso dei valori di attivazione minimi retrospettivi, le parti coinvolte nell’operazione di cartolarizzazione testano l’efficacia del valore di attivazione in uno scenario di distribuzione delle perdite posticipata, tenendo conto delle perdite attese per tutta la durata dell’operazione al momento dell’avvio.

Infine, le suddette RTS contengono disposizioni transitorie per quanto riguarda le cartolarizzazioni STS in bilancio, che comprendono valori di attivazione relativi alle performance delle esposizioni sottostanti conformemente all’articolo 26 quater (5) del regolamento in materia di cartolarizzazioni e che erano state comunicate all’ESMA prima dell’entrata in vigore di tale regolamento.

Il modulo “REN+” della suite TigreArm permette di consultare il documento originale in lingua inglese e la sua traduzione in italiano.



Pubblicato il 21/9/2022

 

Conosci già i nostri potenti software?