L’EBA RACCOMANDA UN IMPEGNO PIÙ PROATTIVO TRA LE AUTORITÀ DI VIGILANZA NEI COLLEGI ANTIRICICLAGGIO E CONTRO IL FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO

Informazioni

  Banche e intermediari finanziari


  EBA


  Relazione

In data 1° settembre 2022, l’Autorità bancaria europea (EBA) ha pubblicato la seconda relazione sul funzionamento dei collegi delle autorità di vigilanza AML/CFT (anti-money laundering and countering the financing of terrorism, antiriciclaggio e contro il finanziamento del terrorismo) nell’UE. La relazione osserva che, benché le autorità competenti si stiano impegnando per attuare il quadro relativo ai collegi AML/CFT, è necessario compiere sforzi maggiori per assicurare la collaborazione continua e uno scambio proattivo di informazioni all’interno dei collegi.

La relazione presenta i risultati e le osservazioni derivanti dalla partecipazione del personale dell’EBA a riunioni dei collegi AML/CFT nonché dalle sue attività di monitoraggio e delinea l’identificazione delle buone prassi da parte dell’EBA, al fine di aiutare le autorità competenti ad aumentare la propria efficienza nel futuro. Ciò comprende riunioni di collegio ben strutturate e organizzate dalle principali autorità di vigilanza, una partecipazione e condivisione proattiva di informazioni complete da parte di alcuni membri nonché il coinvolgimento efficace delle autorità di vigilanza prudenziale in alcuni collegi.

La relazione, inoltre, evidenzia le aree di miglioramento. In particolare, si osserva che, per via della loro natura incompleta, i collegi AML/CFT non sono ancora del tutto integrati nei processi di vigilanza. La relazione ricorda alle autorità di vigilanza l’importanza di scambiare le informazioni all’interno dei collegi in maniera continuativa e senza ritardi, in particolare nel caso in cui siano state identificate carenze sostanziali nel quadro AML/CFT dell’ente. La relazione altresì sottolinea che i collegi dovrebbero essere organizzati in una maniera più sensibile ai rischi, organizzando riunioni con frequenza maggiore per gli enti transfrontalieri esposti a rischi di ML/TF (money laundering and terrorism financing, riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo) più elevati.



Pubblicato il 1/9/2022

 

Conosci già i nostri potenti software?