L’EBA PUBBLICA GLI ORIENTAMENTI FINALI SUI CRITERI PER L’ESENZIONE DELLE IMPRESE DI INVESTIMENTO DAI REQUISITI DI LIQUIDITÀ CONFORMEMENTE ALL’IFR

Informazioni

  Imprese di investimento


  EBA


  Orientamenti

In data 29 luglio 2022, l’Autorità bancaria europea (EBA) ha pubblicato gli orientamenti finali sui criteri per l’esenzione delle imprese di investimento piccole e non interconnesse dai requisiti di liquidità,  conformemente al regolamento sulle imprese di investimento (IFR). Gli orientamenti assicurano che tutte le autorità competenti concedano questa esenzione seguendo lo stesso approccio armonizzato, mantenendo l’obiettivo generale all’IFR relativo alla proporzionalità dei requisiti prudenziali rispetto alla dimensione e alla complessità delle imprese di investimento di minori dimensioni.

L’IFR introduce requisiti di liquidità obbligatori per tutte le imprese di investimento. Tuttavia, l’IFR mira ad assicurare in maggior misura un approccio proporzionato per le imprese di investimento piccole e non interconnesse, che permetta alle autorità competenti di esentare completamente tali imprese dai requisiti di liquidità.

Affinché l’esenzione sia applicata in modo armonizzato, gli orientamenti EBA trattano tre elementi fondamentali:

  • l’insieme delle attività e dei servizi di investimento che rendono un’impresa di investimento ammissibile all’esenzione;
  • l’insieme di criteri che un’autorità competente dovrebbe valutare, prima di concedere l’esenzione;
  • indicazioni per le autorità competenti quando concedono o revocano l’esenzione.

Il modulo “REN+” della suite TigreArm permette di consultare il documento originale in lingua inglese e la sua traduzione in italiano.



Pubblicato il 29/7/2022

 

Conosci già i nostri potenti software?