ESCLUSIONE DI ALCUNE ESPOSIZIONI VERSO LE BANCHE CENTRALI DALLA LEVA FINANZIARIA

Informazioni

  Banche


  Comunicazioni

La nuova disciplina sulla leva finanziaria prevede che le banche, per un periodo non superiore a un anno, possono escludere dalla misura dell’esposizione complessiva utilizzata per il calcolo del coefficiente le esposizioni verso banche centrali, rappresentate da:

  1. a) monete e banconote che costituiscono la valuta legale nel paese della banca centrale;
  2. b) attività che rappresentano crediti nei confronti della banca centrale, comprese le riserve detenute presso la banca centrale,

Tale esclusione è prevista se l’autorità competente ha stabilito, previa consultazione con la pertinente banca centrale, e dichiarato pubblicamente l’esistenza di circostanze eccezionali che giustificano l’esclusione al fine di agevolare l’attuazione delle politiche monetarie.

Il 18 giugno 2021 la Banca Centrale Europea, nelle sue funzioni di banca centrale, ha confermato, per l’area dell’euro, l’esistenza delle circostanze eccezionali per l’esclusione delle esposizioni verso la banca centrale dal calcolo del coefficiente di leva finanziaria. Il Consiglio Direttivo della BCE ha indicato come data di inizio delle circostanze eccezionali il 31 dicembre 2019.

Tenuto conto di quanto dichiarato dalla BCE per le banche significative, anche Banca d’Italia ha dichiarato pubblicamente che sussistono tali circostanze eccezionali, che hanno avuto inizio il 31.12.2019.

Pertanto, anche le banche non significative possono applicare l’esclusione delle esposizioni verso le banche centrali dell’Eurosistema.

Tenuto conto dell’esigenza di agevolare l’attuazione delle misure di politica monetaria adottate in conseguenza della situazione generata dalla pandemia di COVID-19 e della durata attualmente prevista per i programmi di acquisto netti nell’ambito del Pandemic Emergency Purchase Programme (PEPP), l’esclusione si applica dal 28 giugno 2021 al 31 marzo 2022.

Anche tali ambiti verranno gestiti nelle nostre attività di consulenza.



Pubblicato il 1/7/2021

 

Conosci già i nostri potenti software?