EBA CONFERMA CHE SI CONTINUERANNO AD APPLICARE I REQUISITI PER LE SEGNALAZIONI E LE INFORMATIVE RELATIVE AL COVID-19 FINO A NUOVA COMUNICAZIONE

Informazioni

  Banche e intermediari finanziari


  EBA


  Comunicazione

A seguito dell’incertezza sulle evoluzioni del COVID-19, in data 17 gennaio 2022, l’Autorità bancaria europea (EBA) ha confermato la necessità di continuare a monitorare le esposizioni e la qualità creditizia dei prestiti che beneficiano delle diverse misure di sostegno pubblico. Per facilitare tale monitoraggio, gli orientamenti sulle segnalazioni e le informative relative alle esposizioni soggette alle misure applicate in risposta alla crisi legata al COVID-19 continueranno ad applicarsi fino a nuova comunicazione.

Nonostante la considerevole riduzione dei prestiti soggetti alle segnalazioni e alle informative relative al COVID-19 (prestiti con diverse forme di moratoria dei pagamenti e sistemi pubblici di garanzia), considerata la pandemia di COVID-19 e l’incertezza relativa agli sviluppi futuri, il pertinente rischio di credito deve continuare a essere monitorato. Nello specifico, la necessità di tale monitoraggio è evidente per i prestiti soggetti a misure di sostegno, che mostrano un peggioramento nelle previsioni del credito.

Per facilitare tale monitoraggio da parte delle autorità competenti, soprattutto nelle giurisdizioni in cui i prestiti soggetti a moratoria o a sistemi pubblici di garanzia continuano a destare preoccupazioni, l’EBA conferma che gli orientamenti sulle segnalazioni e le informative relative alle esposizioni soggette a misure applicate in risposta alla crisi del COVID-19, adottate il 2 giugno 2020, continueranno ad applicarsi.

Salvo diversamente indicato dalle pertinenti autorità competenti, gli enti creditizi continueranno a segnalare e a pubblicare informative sui dati relativi al COVID-19, anche dopo dicembre 2021. L’EBA continuerà a monitorare gli sviluppi e prenderà in considerazione l’abrogazione degli orientamenti in futuro, quando lo permetterà la situazione legata al COVID-19 e quando miglioreranno le previsioni dei prestiti oggetto di misure di sostegno pubblico.

L’EBA rileva che gli effetti della pandemia di COVID-19 sulla qualità del credito delle esposizioni possono variare nelle diverse giurisdizioni e nel corso del tempo e che, in alcune giurisdizioni, varia anche il livello delle misure di sostegno pubblico considerate ai fini delle segnalazioni e delle informative relative al COVID-19. A questo scopo, le autorità competenti possono esercitare la flessibilità prevista negli orientamenti, per ridurre o sospendere alcuni specifici requisiti per le segnalazioni e le informative.



Pubblicato il 17/1/2022

 

Conosci già i nostri potenti software?